THE VIRTUAL ART - BOOK & MAP FAIR

(SALE) Flori /Trattato del modo / Virtual Rare Book

€2,500.00

Title: FLORI LODOVICO.


Trattato del modo di tenere il libro doppio domestico col suo esemplare.. per uso delle case e collegii della medesima compagnia nel Regno di Sicilia.
Palermo, Decio Cirillo, 1636
Description: FLORI LODOVICO.

novità
Trattato del modo di tenere il libro doppio domestico col suo esemplare.. per uso delle case e collegii della medesima compagnia nel Regno di Sicilia.
Palermo, Decio Cirillo, 1636


Visualizza immagine ingrandita

In folio (280x200); pagg. (4), 126, (2) di tavole dei capitoli contenute nelle tre parti iniziali; seguono carte num. 32 “Dell’essemplare del libro doppio domestico col suo giornale”, una carta bianca, pagg. (5), carte num. 50 in doppia numerazione come esempio di partita doppia dello "Alfabeto overo repertorio del libro maestro", pagg. 7 con "Alcune avertenze intorno al modo di tenere il Libro de' Capitali", registro, impresa tipogr. e fregio. Mancano le due carte di specimen ripiegate. Due frontespizi e colophon con l'emblema dell'ordine gesuitico: un disco raggiante e fiammeggiante con al centro le lettere IHS, il monogramma di Cristo. La lettera H è sormontata da una croce; in punta, i tre chiodi della Passione in silografia e fregi sempre in legno. Pergamena rigida coeva con titolo manoscritto al dorso. Tagli rossi. Prima edizione di una rimarchevole e rara opera sulla contabilità in partita doppia suddivisa in tre parti. Flori (nato nel 1580 in provincia di Perugia, morto a Palermo nel 1647) passò gran parte della propria vita in Sicilia, scrisse questo trattato a beneficio della casa dei Gesuiti. Si tratta di un eccellente lavoro, in cui sono chiare le definizioni e le illustrazioni di doppia entrata dei libri, che testimoniano la solida conoscenza dell’autore in materia. Flori era pienamente consapevole dei progressi e dell’importante contributo che egli avrebbe apportato alla contabilità; conosceva inoltre bene gli scritti di autori precedenti, che divide in due gruppi: gli scrittori di contabilità mercantile, come Paciolo, Casanova, Manzoni, Tagliente, Moschetti, Grisogono e altri, e scrittori di contabilità amministrativa (libri mobili) come Simon Stevin e Don Angelo Pietra. Nell’introduzione l’autore sostiene che, sebbene anticamente siano stati sviluppati diversi sistemi di contabilità, solo la doppia entrata, che origina dalla transazione e dallo scambio mercantile, raggiunge la perfezione; descrive inoltre come questo metodo a poco a poco sia entrato in uso da parte di imprese di natura non mercantile, quali ospedali, ordini religiosi, governi ed economia familiare. La letteratura contabile prende atto dell’espansione oltre l'orbita della società mercantile con i contributi di Pietra e Flori. Bell’esemplare genuino, lievi aloni e fioriture saltuarie e marginali. Pergamena con lievi tracce d’uso e mancanza all’angolo inf. del piatto ant. “Questo raro libro e' il capolavoro del secolo. Il Flori sente per primo la persona dietro le cose surrogate: pel primo separa la contabilita' dell'inventario (capitale) dalla annuale (spese e rendite), unica ch'ei tiene. Pel primo finalmente studia e classifica la materia amministrativa e, primo di tutti, presenta l'utilita' dei preventivi sotto il nome di calcoli. La teoria finalmente e' convalorata da una pratica applicazione, voluminosa, di un'annata intiera del detto collegio, col giornale, libro e repertorio” (Cerboni p. 54).; Riccardi I, 463: “E' una delle migliori opere di ragioneria in ordine alla tenuta dei libri della scrittura doppia”; Narbone IV, 484 e Mira I, 360. ICA p. 3; Kress, cat. 51; Sommervogel III, 804.
info@plancius.com
  • Number: 1340518
  • Dealer: Libreria Antiquaria Perini







 
Your IP Address is: 54.81.116.187
Antique Maps fair
Copyright © 2008-2018 VIRTUAL ART - BOOK & MAP FAIR |  Design by mCar Automatisering, Inspired by Clyde Jones | Powered by Zen Cart